Baldassare V Naselli, IV. principe di Aragona

Is your surname Naselli?

Research the Naselli family

Baldassare V Naselli, IV. principe di Aragona's Geni Profile

Share your family tree and photos with the people you know and love

  • Build your family tree online
  • Share photos and videos
  • Smart Matching™ technology
  • Free!

Baldassare Naselli

Birthdate:
Birthplace: Aragona, Agrigento, Sicilia, Italy
Death: May 28, 1753 (56)
Paris, Paris, Île-de-France, France
Place of Burial: Comiso, Ragusa, Sicily, Italy
Immediate Family:

Son of Luigi II Naselli, III. principe di Aragona and Margherita Branciforte e Morra
Husband of Laura Morso e Filangieri
Father of Anna Maria Naselli e Morso; Luigi III Naselli, V. principe di Aragona; Diego Naselli; Salvatore Naselli; Pietro Naselli and 3 others
Brother of Baldassare Naselli

Managed by: George J. Homs
Last Updated:

About Baldassare V Naselli, IV. principe di Aragona

GEDCOM Note

<p>Aragona, Principato e Terra, un tempo Diesi</p> <p style="text-align: justify;">d) D, Baldassare Naselli, Morso e Branciforte, prese investitura del titolo di P.pe della Terra e Stato di Aragona a 23 Aprile 1711 perrinuncia fattagli da D. Luigi, suo padre (Conserv. libr. Inv. dal 1709 al 1715, foglio 61). Nacque in Aragona a 28 Novembre 1696; mori a Parigi il 28 Maggio 1753. Sposò D. Laura Morso e Filingeri di Giov. Francesco P.pe di Poggioreale e di Rosalia Filingeri; dotali in Not. Aloisio Ferdinando Vasta di Palermo il 25 Aprile 1716. Fu Capitano di giustizia in Palermo nel 1724; Pretore di quellacittà nel 1734; Deputato del Regno nel 1732-1738-1741; Ambasciatore di Sicilia per fare omaggio nel 1734 al novello Sovrano (Carlo III). Fu Cav. di Malta e di San Gennaio il 26 Giugno 1747 (Vedi Di MARZO, Bibliot., Vol. 17, pag. 95). Fu maggiordomo maggiore di Casa Reale e Capo Ufficio di Casa Reale. Fu Presidente degli Stati di Parma e Piacenza. La P.ssa morì a Napoli in Agosto del 1773 ed è sepolta nella Chiesa di S. Francesco di Paola. Ella, durante la sua vita, fu dama di Corte di S. M. la Regina Amalia. Fu altresì questo P.pe Consigliere di Stato, Presidente del Supremo Consiglio di Sicilia, Ottobre 1748 (Vedi Di MARZO, Biblioteca Sicula, Vol. 17, pag. 152 e 186). Il suo cadavere fu trasportato a Comiso ove è sepolto in quella Chiesa Collegiata.</p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;">Conte di Comiso</p> <p style="text-align: justify;">f) D. Baldassare Naselli e Branciforte: prese investitura a 23 aprile1711 del titolo di C.te di Comiso, nonché della Terra e Castello omonimi, por rinunzia che gli fece D. Luigi, suo padre (Conserv., libro Invest., dal 1709-15, f. 68); nacque in Aragona a 28 novembre 1696; morto a Parigi 28 maggio 1753, sposò Laura Morso e Filingeri di Giovanni Francesco, P.pe di Poggioreale e di Rosalia Filingeri: dotali in Not. Aloisio Ferdinando Vasta di Palermo 25 Aprile 1716; fu Capitano Giustiziere di Palermo nel 1724 o Pretore nel 1738, Deputato del Regno nel 1732-38-41; fu Cav.re di Malta e di San Gennaro (15 luglio 1747): fu Maggiordomo Maggiore della Regina Amalia e poi di Carlo III e capo della sua Casa Reale, Consigliere di Stato e Presidente del Supremo Consiglio di Sicilia: fondò a Comiso una fabbrica di carta (VILLAB., Sic. nob., Vol., 4, pag. 185): il suo cadavere fu trasferito da Parigi a Comiso od ivi sepolto nella Chiesa Collegiata: fu P.pe di Aragona, B.ne di Castellammare e Signore di Pumo. </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;">Signore di Limbrici</p> <p style="text-align: justify;">18. — Baldassare Naselli Morso Branciforte prese investitura, a 23 aprile 1711, per rinuncia avutane da D. Luigi suddetto, suo padre (Cons., libro Inv. 1709-1715, f. 72). </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;">Barone di Castellammare</p> <p style="text-align: justify;">30. — D. Baldassare Naselli Branciforte prese investitura a 23 Aprile 1711 per rinunzia fattagli da Luigi, suo padre (R. Cancelleria foglio 141, IV Indizione). </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;">Barone di Pumo</p> <p style="text-align: justify;">12.— Baldassare Naselli Branciforte s'investì, a 26 aprile 1711, per rinunzia fattagli da Luigi, suo padre (R. Cancell., IV Indiz., foglio 142). </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p class="western" style="margin-bottom: 0cm;" align="justify">Barone di Casalnuovo</p> <p class="western" style="margin-bottom: 0cm;" align="justify">15. — D. Baldassare Naselli Branciforte prese investitura a 23 Aprile 1711 per donazione fattagli da Luigi, suo padre agli atti di Not. Vincenzo Scifo di Aragona il 25 Maggio 1710 (Conservatoria, libro 1709-1715, foglio 70). Nacque in Aragona il 28 Novembre 1696; sposò D.na Laura Morso e Filingeri, di Giov. Francesco, P.pe di Poggioreale e di D.na Rosalia Filingeri; dotali in Not. Aloisio Ferdinando Vasta di Palermo il 25 Aprile 1711. Morto a Parigi il 28 Maggio 1753. </p>


GEDCOM Note

<p>Aragona, Principato e Terra, un tempo Diesi</p> <p style="text-align: justify;">d) D, Baldassare Naselli, Morso e Branciforte, prese investitura del titolo di P.pe della Terra e Stato di Aragona a 23 Aprile 1711 perrinuncia fattagli da D. Luigi, suo padre (Conserv. libr. Inv. dal 1709 al 1715, foglio 61). Nacque in Aragona a 28 Novembre 1696; mori a Parigi il 28 Maggio 1753. Sposò D. Laura Morso e Filingeri di Giov. Francesco P.pe di Poggioreale e di Rosalia Filingeri; dotali in Not. Aloisio Ferdinando Vasta di Palermo il 25 Aprile 1716. Fu Capitano di giustizia in Palermo nel 1724; Pretore di quellacittà nel 1734; Deputato del Regno nel 1732-1738-1741; Ambasciatore di Sicilia per fare omaggio nel 1734 al novello Sovrano (Carlo III). Fu Cav. di Malta e di San Gennaio il 26 Giugno 1747 (Vedi Di MARZO, Bibliot., Vol. 17, pag. 95). Fu maggiordomo maggiore di Casa Reale e Capo Ufficio di Casa Reale. Fu Presidente degli Stati di Parma e Piacenza. La P.ssa morì a Napoli in Agosto del 1773 ed è sepolta nella Chiesa di S. Francesco di Paola. Ella, durante la sua vita, fu dama di Corte di S. M. la Regina Amalia. Fu altresì questo P.pe Consigliere di Stato, Presidente del Supremo Consiglio di Sicilia, Ottobre 1748 (Vedi Di MARZO, Biblioteca Sicula, Vol. 17, pag. 152 e 186). Il suo cadavere fu trasportato a Comiso ove è sepolto in quella Chiesa Collegiata.</p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;">Conte di Comiso</p> <p style="text-align: justify;">f) D. Baldassare Naselli e Branciforte: prese investitura a 23 aprile1711 del titolo di C.te di Comiso, nonché della Terra e Castello omonimi, por rinunzia che gli fece D. Luigi, suo padre (Conserv., libro Invest., dal 1709-15, f. 68); nacque in Aragona a 28 novembre 1696; morto a Parigi 28 maggio 1753, sposò Laura Morso e Filingeri di Giovanni Francesco, P.pe di Poggioreale e di Rosalia Filingeri: dotali in Not. Aloisio Ferdinando Vasta di Palermo 25 Aprile 1716; fu Capitano Giustiziere di Palermo nel 1724 o Pretore nel 1738, Deputato del Regno nel 1732-38-41; fu Cav.re di Malta e di San Gennaro (15 luglio 1747): fu Maggiordomo Maggiore della Regina Amalia e poi di Carlo III e capo della sua Casa Reale, Consigliere di Stato e Presidente del Supremo Consiglio di Sicilia: fondò a Comiso una fabbrica di carta (VILLAB., Sic. nob., Vol., 4, pag. 185): il suo cadavere fu trasferito da Parigi a Comiso od ivi sepolto nella Chiesa Collegiata: fu P.pe di Aragona, B.ne di Castellammare e Signore di Pumo. </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;">Signore di Limbrici</p> <p style="text-align: justify;">18. — Baldassare Naselli Morso Branciforte prese investitura, a 23 aprile 1711, per rinuncia avutane da D. Luigi suddetto, suo padre (Cons., libro Inv. 1709-1715, f. 72). </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;">Barone di Castellammare</p> <p style="text-align: justify;">30. — D. Baldassare Naselli Branciforte prese investitura a 23 Aprile 1711 per rinunzia fattagli da Luigi, suo padre (R. Cancelleria foglio 141, IV Indizione). </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p style="text-align: justify;">Barone di Pumo</p> <p style="text-align: justify;">12.— Baldassare Naselli Branciforte s'investì, a 26 aprile 1711, per rinunzia fattagli da Luigi, suo padre (R. Cancell., IV Indiz., foglio 142). </p> <p style="text-align: justify;"> </p> <p class="western" style="margin-bottom: 0cm;" align="justify">Barone di Casalnuovo</p> <p class="western" style="margin-bottom: 0cm;" align="justify">15. — D. Baldassare Naselli Branciforte prese investitura a 23 Aprile 1711 per donazione fattagli da Luigi, suo padre agli atti di Not. Vincenzo Scifo di Aragona il 25 Maggio 1710 (Conservatoria, libro 1709-1715, foglio 70). Nacque in Aragona il 28 Novembre 1696; sposò D.na Laura Morso e Filingeri, di Giov. Francesco, P.pe di Poggioreale e di D.na Rosalia Filingeri; dotali in Not. Aloisio Ferdinando Vasta di Palermo il 25 Aprile 1711. Morto a Parigi il 28 Maggio 1753. </p>

view all 12

Baldassare V Naselli, IV. principe di Aragona's Timeline

1696
November 28, 1696
Aragona, Agrigento, Sicilia, Italy
1717
1717
Castellammare del Golfo, Trapani, Sicily, Italy
1717
Palermo, Italy
1718
1718
1719
1719
1721
1721
1722
November 7, 1722
Palermo, Italy
1723
1723
1724
1724